X
Utilizziamo cookies per migliorare i nostri servizi e offrirti una buona esperienza di navigazione. Se continui a navigare, riterremo che ne accetti l'uso. Puoi conoscere qui la nostra Politica di trattamento dei cookies.
IL BLOG
Tania Cagnotto verso il tuffo più importante: all'altare in abito Alessandra Rinaudo
Tania Cagnotto verso il tuffo più importante: all'altare in abito Alessandra Rinaudo
Alessandra Rinaudo    SHARE

by Redazione

 

Tania Cagnotto verso il tuffo più importante: all’altare in abito Alessandra Rinaudo
Tutti i dettagli sui due abiti creati da Alessandra Rinaudo per la campionessa azzurra
 

Tornata da Rio de Janeiro con due medaglie al collo (un bronzo nel trampolino individuale e un argento conquistato con l’amica Francesca Dallapé), perfetto coronamento di una carriera che l’ha portata ad essere la più grande tuffatrice italiana di sempre. Stiamo parlando della dolcissima e talentuosa Tania Cagnotto, che, dopo anni di fidanzamento, il 24 settembre ha pronunciato il suo “sì” allo storico fidanzato Stefano Parolin, 33 anni, commercialista, skipper e appassionato di calcio a cinque. A realizzare la mise nuziale della tuffatrice italiana è la designer e creative director di Nicole Fashion Group Alessandra Rinaudo, per anni volto del canale Real Time e di recente comparsa sugli schermi di RAI 2 nel programma DETTO FATTO condotto da Caterina Balivo. Dopo aver firmato l’abito per la consorte del calciatore Samuel Eto’o e della pallavolista della nazionale italiana Laura Partenio, la direttrice creativa della Maison Nicole si conferma dunque come stilista più amata non solo dalle spose ma anche del mondo degli sportivi.

La tuffatrice di Bolzano ha richiesto per l’occasione alla stilista Alessandra Rinaudo una duplice mise nuziale. Per il primo abito, indossato alla cerimonia, una linea scivolata a sirena, con doppia gonna, base in chiffon di seta pura, con sovrapposizione di una calla in tulle impreziosita da un raffinato e pregiatissimo pizzo francese. Un corpetto molto femminile con scollatura a cuore e un disegno a tattoo sul retro, a ingentilire e arricchire le spalle. «Voleva un abito moderno, elegante e anche comodo — spiega Alessandra Rinaudo — in grado di valorizzare i suoi punti forti che sono le spalle e il decolleté. Per disegnarlo ho seguito tutte le sue indicazioni, prendendo spunto da ciò che aveva provato in boutique e che le donava di più. Tania è una donna con un temperamento molto determinato e deciso, nella vita e anche nelle scelte di look. Ho colto con facilità i suoi desideri, interpretandoli per il suo giorno speciale».

Nel corso dei festeggiamenti, una deliziosa sorpresa ha richiesto il cambio d’abito: un tuffo in mare da una barca a vela, questa volta non con la compagna di gare in sincro, amica e testimone Federica Dellapé, ma con l’uomo per la vita, Stefano. Per il secondo abito la sportiva ha optato per un corto, una scelta sempre dettata da grande classe e da un gusto pulito e minimal: tessuto principe ancora lo chiffon di seta, un corpetto drappeggiato a mano e la gonna arricchita da un leggiadro motivo a voulant.

I circa 200 invitati hanno preso parte a una cerimonia informale e easy, che ha rispecchiato la spontaneità e la freschezza di Tania a partire dall’acconciatura, un capello raccolto morbidamente, ma anche da alcune scelte inconvenzionali, come la colonna sonora rock (Wish You Were Here dei Pink Floyd e That I Would Be Good di Alanis Morissette) invece della classica marcia nuziale, o il party conclusivo in spiaggia con balli fino a notte fonda.

“Pensavo che, con l’addio alle gare, non avrei più provato l’adrenalina che accompagna i tuffi. Invece, sia all’ingresso in chiesa sia dopo, alla festa, ho provato la stessa sensazione elettrizzante”. Allo stesso modo, la campionessa azzurra continua a fare sognare tutti gli italiani! Ancora auguri Tania!

Ecco un fotoracconto della "spumeggiante" cerimonia a tema marino.